Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2018

Tra il dire e il fare c'è di mezzo il dimostrare

Buongiorno estate! Scendere pieno le scale, un gradino alla volta, cercando di non far rumore per non svegliare nessuno; andare in cucina e prepararsi il caffè, e, nell'attesa che  la caffettiera borbotti, sbirciare fuori la finestra per vedere che tempo che fa.  Uscire in giardino con la tazza del caffè ancora fumante: lo sguardo si perde in questo paesaggio, nel verde delle montagne e nel profumo di un' aria che sa di fresco e buono...idee, progetti, ricordi si fanno strada nella mia mente...mi sento in bilico tra tutti i miei vorrei...eppure vorrei svegliarmi così ogni mattina, respirare quest'aria, ammirare questi paesaggi, fare ordine nei miei pensieri e aspettare in silenzio che tutti si sveglino perché la giornata abbia inizio! Amo lavorare a maglia quando sono in montagna, osservare il filo che con i ferri crea intrecci colorati e delicati, vedere come è simile alla vita di tutti i giorni dove momenti si intrecciano e creano la giornata...e come i ferri guida

"Non si può esaurire la creatività: più ne usi, più ne hai"

Non c'è momento più bello per lavorare a maglia di quando si è in vacanza!   E' proprio allora che le idee arrivano una dietro l'altra e affollano la mente, complice un paesaggio silenzioso e colorato, complice un amore per questi luoghi che rende tutto più bello e carico di significato. Con questa atmosfera non posso fare a meno di preparare ferri e telaio e lasciarmi trasportare dalle emozioni dando corpo alle idee... Quando sono partita da Reggio Emilia per raggiungere la casa delle vacanze, qui in umbria, ho portato con me qualche gomitolo di cotone, piccoli resti di lavori che ho consegnato prima di partire: non butto mai via gli avanzi di gomitoli che rimangono di un progetto,possono sempre tornare utili, prima o poi, e dar vita, come per magia, a lavori che non progettavi di realizzare...e così è stato, proprio appena sono arrivata a destinazione! Giunta in paese, ho conosciuto una piccola bimba nata da pochi mesi, una vera sorpresa, non sapendo della sua